Cammino di San Benedetto

I Servizi

In un itinerario culturale non si cammina e basta. Non si chiamerebbe tale, c’è molto da vedere, e a spesso da trovare. Ecco perchè nasce l’esigenza di fornire tutta una serie di geo-referenziazione dei servizi. Ma forse prima dovremmo fare un passaggio indietro. Quali sono i servizi di cui parliamo? Ebbene la lista potrebbe essere molto lunga, ma parlando in macro categorie ci riferiamo ai punti di ristoro, alle aree verdi, agli istituti per curarsi, ai luoghi di sosta e a tutti quelle attività commerciali che offrono un servizio al turista in cammino. Uno dei punti di interesse fondamentali che vengono forniti, per esempio, sono le fontane potabili fuori paese, lungo i tratti isolati.

Ma oltre a esigenze di natura turistica, vanno contemplate anche le esigenze speciali delle persone, come ad esempio a volte un servizio igienico, un negozio che vende alimenti per celiaci o una clinica dove potersi appoggiare per fare Dialisi possono fare una differenza sostanziale. Poter trovare questi servizi in breve tempo ad alcune persone può rendere migliore la propria esperienza di viaggio.

Per questi motivi fornire all’interno di una progettualità tutta una serie di punti di interesse che rispondono alle esigenze di una universalità di persone fa da blasone al percorso stesso: perché apre quell’itinerario a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *