Notizie

Quattro tavole rotonde in Galizia per elaborare la Mappa della Sostenibilità e il Piano d’Azione

Le tavole rotonde relative all’applicazione dell’accessibilità nel settore turistico sono un insieme di azioni promosse dall’Agenzia del Turismo di Galizia nell’ambito del progetto “Santiago, San Benedetto, Itinerari Universali, SABER Universal” contrassegnati dal logo Open Up Routes che si sono svolte tra aprile e ottobre 2017.

Il progetto nasce dal bando “Supporting Competitive and Sustainable Growth in the Tourism Sector”(Sostegno alla crescita competitiva e sostenibile nel settore del turismo) del programma europeo COSME.
L’attività è incentivata da Combina Social SL, un centro occupazionale speciale promosso da COGAMI, la Confederazione Galiziana di Persone Disabili. COGAMI è vista come “un’associazione consolidata e ampiamente riconosciuta a livello generale nella società per i valori e la leadership nella ricerca di nuove metodologie di lavoro con le persone disabili.”
Il programma ha visto la realizzazione di quattro tavole rotonde a Pontevedra, Lugo, A Coruña e Santiago de Compostela. L’obbiettivo iniziale di ciascuna sessione era di coinvolgere almeno quindici persone invitando rappresentanti di entità e/o progetti che si fossero particolarmente impegnati nell’ambito dell’accessibilità.
La giornata tipo ha visto un dialogo aperto tra i partecipanti realizzato in maniera tale che coloro che hanno applicato le buone pratiche potessero illustrarle per 10-15 minuti. In questo modo si è evitato di far ricorso al modello articolato con podio e presentazione PP avvalendosi invece di un tono disteso, con le persone sedute allo stesso tavolo, senza differenziazioni.
È seguito un dibattito e uno scambio di opinioni sui quali si è costruita la Mappa e il Piano d’Azione del Turismo Accessibile.
Sei sono stati gli obiettivi posti durante le sessioni di lavoro:
1 Presentare e diffondere tra gli operatori del settore esperienze di successo nel turismo accessibile.
2 Ricevere un feedback sulle difficoltà del settore e il tipo di supporto richiesto.
3 Generare opportunità di formazione di gruppi spontanei che collaborino tra di loro.
4 Comunicare e diffondere le soluzioni che l’Agenzia del Turismo di Galizia è in grado di fornire alle richieste formulate in base ai servizi attualmente in portafoglio.
5 Comunicare e diffondere le soluzioni cui le associazioni di persone disabili possono contribuire in veste di utenti.
6 Condensare le informazioni precedenti in due documenti conclusivi – la Mappa e il Piano d’Azione – che siano di riferimento per il turismo accessibile nell’ambito dell’Unione Europea, centrati in particolare sui cammini e sui pellegrinaggi.

Tra le buone pratiche emerse durante le Tavole Rotonde vi sono, ad esempio, quella del “Parco Archeologico di Arte Rupestre di Campo Lameiro, spazio museale realizzato in base ai parametri di accessibilità universale, conoscenza e comprensione”, la “Rete Museale”, spazi accessibili nei musei provinciali. Visite guidate con contenuti adattati a persone con disabilità sensoriale e cognitiva, il “Circolo Velico di Ribadeo” con l’offerta di corsi di vela adattati e battesimo del mare sul veliero Laión per persone disabili.

Il Piano d’Azione individua una serie di ostacoli/criticità e delle azioni che possono essere attuate dai vari stakeholder coinvolti al fine di migliorare l’accessibilità lungo le vie di Pellegrinaggio quali il Cammino di Santiago e il Cammino di San Benedetto.
I documenti finali realizzati sia per i due Cammini sono disponibili sul sito web del progetto: www.openuproutes.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.